Parodontologia

La parodontopatia è una malattia che colpisce l’apparato di supporto dei denti e, ad eccezione della carie, è la malattia più frequente. Si ritiene che circa il 90% della popolazione abbia una forma di parodontopatia.

 

Il primo sintomo della malattia è di solito un discreto sanguinamento delle gengive. La parodontopatia è causata dalla placca dentale che consiste all’80% dai batteri. La placca è un deposito incolore e molle che si calcifica sui denti e può essere rimossa soltanto con una corretta tecnica di pulizia dei denti. Se l’igiene orale non è adeguata la parodontopatia può manifestarsi già in giovane età.

 

Sintomi e segni della parodontopatia sono:
– Sanguinamento e infiammazione delle gengive – gengivite
– Presenza del tartaro e delle concrezioni
– Alito sgradevole
– Presenza delle tasche parodontali
– Gengive ritirate e colletti dentali scoperti
– Migrazione dei denti
– Mobilità e caduta dei denti nella fase finale

 

Cura della parodontopatia

 

La cura della parodontopatia dura a lungo e richiede la pazienza e la motivazione del paziente. L’obiettivo della terapia è prevenire la comparsa di una forma più grave della parodontopatia. La terapia può essere conservativa, chirurgica o combinata.

 

Terapia conservativa

Nella fase iniziale, quando è presente la gengivite, il tartaro e depositi molli vengono rimossi mediante apparecchi ad ultrasuoni. Successivamente i denti vengono lucidati con spazzolini e paste speciali finché i depositi non siano completamente rimossi. Il paziente viene istruito e motivato su come mantenere una corretta igiene orale. Se le tasche parodontali sono evidenti, vengono trattate con le curette speciali insieme alla terapia farmacologica, se necessario. Dalle tasche viene rimosso il tessuto parodontale patologicamente alterato. L’intervento viene eseguito in anestesia locale ed è indolore.

 

Terapia chirurgica

Se le tasche parodontali sono profonde, è necessaria una terapia chirurgica chiamata intervento a lembo. Viene fatta un’incisione sulla gengiva e con particolare attenzione vengono pulite le tasche. Se sono presenti distruzioni ossee, l’osso viene recuperato inserendo un osso artificiale in forma di granuli. Quando l’intervento è finito, la gengiva viene saturata e fili di sutura vengono rimossi dopo 7-10 giorni.

Fissa un appuntamento qui o vieni a trovarci qui.

L’orario

Lunedi-venerdì
12:00 - 19:00
Sabato
12:00 - 17:00
Domenica
Chiuso