Protesi dentarie

L’odontoiatria protesica è la branca dell’odontoiatria che si occuppa della ricostruzione del tessuto e dei denti persi e della creazione di un’unità funzionale ed estetica. Le protesi si possono dividere in protesi mobili, fisse e combinate.

 

PROTESI MOBILI

 

Le protesi mobili possono essere rimosse e possono sostituire una parte dei denti mancanti (protesi parziali) e la mancanza totale dei denti (protesi totali). A seconda del materiale, sono divise in protesi di plastica realizzate in una speciale resina acrilica e protesi scheletrate che hanno la base in metallo e sono molto più comode per i pazienti.

 

Protesi (parziali e totali)

 

Le protesi dentarie sono divise in protesi totali e parziali. Le protesi totali vengono realizzate in caso di edentulia totale, mentre nel caso dei pazienti che hanno ancora alcuni denti, la soluzione è protesi parziale. Le protesi parziali vengono ancorate ai denti residui mediante ganci o attacchi, e possono essere in resina acrilica o scheletrate (note anche come protesi di Wisil). La protesi parziale in resina acrilica viene realizzata completamente in acrilico e viene ancorata ai denti residui mediante ganci a filo e di consgeunza è meno resistente rispetto ad una protesi scheletrata. Per questo motivo oggi si usa più raramente, però il suo vantaggio è un costo minore.

 

La protesi scheletrata (Wisil) è una soluzione migliore, dato che, tranne una resistenza più alta grazie allo scheletro in metallo, offre al paziente un maggiore comfort, avendo una superficie minore che si appoggia sui tessuti molli (palato, regione sublinguale). Così si riduce la sensazione di un corpo estraneo in bocca. Il vantaggio è l’ancoraggio sui denti naturali residui mediante ganci realizzati con precisione in modo da assicurare una maggiore stabilità in bocca. Per offrire un ancoraggio ancora migliore sui denti adiacenti, invece di usare ganci, è possibile realizzare una protesi scheletrata con attacchi di precisione. Gli attacchi tengono la protesi ben salda in bocca, e sono nascosti nella parte della protesi che non è visibile dall’esterno. In questo caso bisogna ricoprire i denti portanti con delle corone su cui sarà ancorata la protesi con un sistema simile alla chiusura con chiave e serratura.

 

Tutte le protesi vengono realizzate in un periodo molto breve, da 3 a 7 giorni, a seconda del tipo della protesi.

 

PROTESI FISSE

 

Le protesi fisse sono supporti che vengono cementati in modo permanente ai denti esistenti. Compensano le corone naturali distrutte a causa delle grandi lesioni cariose e traumi. Possono servire anche come un rimodellamento estetico dei denti esistenti, se i pazienti non sono contenti del colore, della forma, delle dimensioni e della posizione dei denti. Il tempo di realizzazione è 3-7 giorni.

 

CORONE IN METALLO CERAMICA E PONTI

 

Restauri fissi realizzati in metallo e ceramica. Il bordo della corona può essere in metallo o in ceramica, il chè è più bello dal punto di vista estetico. Dopo la limatura dei denti si prendono le impronte e poi il tecnico realizza le corone nel laboratorio.

 

Corone senza metallo (in ceramica)

L’odontoiatria protesica ha avuto un compito difficile. Non è stato facile trovare il materiale che da un lato fosse esteticamente accettabile, e dall’altro abbastanza resistente per poter resistere a tutte le forze che si sviluppano durante la masticazione. L’ossido di zirconio e il disilicato di litio sono materiali che negli ultimi anni hanno fatto una vera e propria rivoluzione nell’odontoiatria. Le caratteristiche principali di questi materiali sono la rifrazione della luce e la trasparenza, che sono molto simili ad un dente naturale. Inoltre, questi materiali sono caratterizzati da un’eccellente resistenza meccanica che è al livello del metallo usato in precedenza, mentre al contempo si raggiunge un’eccellente effetto estetico grazie alla ceramica sulla superficie. Oltre ad un’alta resistenza e l’estetica eccellente, questi restauri protesici sono anche economici e quindi rappresentano la scelta più comune tra i pazienti.

 

BIOHPP

Il materiale di ultima generazione, serve alla realizzazione di reastauri fissi e mobili. Essendo un materiale biocompatibile, dotato di un’ elevata elasticità paragonabile a quella dell’osso umano, rappresenta una soluzione ideale per le protesi a supporto implantare. È di colore bianco ed esteticamente accettabile per le soluzioni che non richiedono la base in metallo. La base del restauro è realizzata in materiale BIOHPP rivestito con il composito di alta qualità. Il più importante è che si può fare la correzione della protesi in ogni momento, inclusa la correzione del colore e della forma, il che non è il caso con restauri in metallo ceramica e in ceramica.

 

PROTESI COMBINATE

 

La soluzione ideale per le persone che non hanno abbastanza denti nella regione laterale. La cosa più importante è la connessione tra parte fissa e parte mobile. Si tratta degli elementi di collegamento – attacchi di precisione che con un sistema ad incastro collegano e uniscono la parte fissa e la parte mobile in un’unità funzionale. L’estetica di questo tipo di protesi è ai massimi livelli, poiché questi elementi di collegamento sono invisibili rispetto ai ganci delle altre protesi. Gli attacchi possono essere posizionati sulle corone o sulle radici dei denti rimanenti come ritenzione per le protesi totali, oppure sugli impianti.

 

Fissa un appuntamento qui o vieni a trovarci qui

Esempi
prima e dopo

alldent
alldent
alldent
alldent

L’orario

Lunedi-venerdì
12:00 - 19:00
Sabato
12:00 - 17:00
Domenica
Chiuso